ConfCooperativeViterbo


news



CIRSPE

Studenti e pescatori per ridurre l‘inquinamento marino.


"Ridurre l‘inquinamento da rifiuti marini attraverso il coinvolgimento di studenti e pescatori. Primo appuntamento, domani 5 aprile, dalle 9 alle 13, presso la spiaggia di Marina di Civitavecchia (Lega Navale) con i ragazzi della scuola secondaria di primo grado del plesso Uliveto dell‘Istituto Galice. Questo grazie ad un progetto del CIRSPE, Centro Italiano Ricerche e Studi per la Pesca, finanziato dalla Costa Crociere Foundation”. A renderlo noto è il CIRSPE.

“Si tratta di un progetto – spiegano gli organizzatori – che punta a mettere in campo tutte quelle azioni che portino alla riduzione della produzione dei rifiuti e al corretto conferimento. L‘iniziativa coinvolgerà scuole medie, operatori ittici e famiglie di tre diverse regioni (Liguria, Toscana e Lazio) e 8 comuni del litorale italiano: Castiglion della Pescaia, Livorno, Viareggio, S. Margherita Ligure, Civitavecchia, Fiumicino, Montalto, Tarquinia. Per tre anni studenti e pescatori verranno coinvolti in momenti di formazione, laboratori e uscite didattiche, dove approcceranno, guidati da esperti del CIRSPE, le problematiche legate alla presenza dei rifiuti in mare”.

"Con gli studenti - spiega il CIRSPE - realizzeremo percorsi di educazione ambientale finalizzati a far conoscere l’impatto dei rifiuti sugli ecosistemi marini. Con gli operatori ittici, si punterà invece sulla prevenzione e la riduzione dei rifiuti solidi in mare, tramite un’azione di informazione e sensibilizzazione sul corretto smaltimento dei rifiuti. Con le associazioni verrà infine realizzata un’attività di raccolta dei rifiuti solidi anche su fondali con profondità comprese tra la linea di costa e i 50 m, che rappresentano un ambito di elevato interesse turistico, caratterizzato dalla presenza di habitat di pregio soggetti agli impatti diretti delle attività antropiche".

"Un progetto - conclude il CIRSPE - al servizio del territorio e di un futuro migliore e eco-sostenibile. Questo, grazie al Centro Italiano Ricerche e Studi per la Pesca e al sostegno della Costa Crociere Foundation".