ConfCooperativeViterbo


news



GAL ETRUSCO CIMINO

Laboratorio dei percorsi al lavoro: A Caprarola la terza iniziativa pubblica


Terza tappa, questa volta a Caprarola, presso il Palazzetto della Cultura, del ciclo di sei incontri pubblici, uno per ogni Comune del GAL Etrusco Cimino, Gruppo di Azione Locale, previsti dal Progetto “Laboratorio dei Percorsi al Lavoro” Un territorio per giovani e donne, promosso da quest’ultimo e organizzato dalla cooperativa Consorzio Polis Tuscia di Viterbo, nell’ambito della Misura 4.3.1 “Gestione dei gruppi di azione locale, animazione ed acquisizione di competenze”.

Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato sia la Proloco che la Proloco giovani che il Centro Italiano Femminile del paese, oltre ad essere illustrate le varie fasi e finalità del progetto, è emersa la necessità di creare occasioni reali per incentivare e sostenere l’iniziativa imprenditoriale del territorio. Dei sei comuni del Gal, in effetti, Caprarola è uno dei centri che ha saputo sfruttare maggiormente le grandi possibilità derivanti dall’impiego di risorse europee, ma le ha anche poi riutilizzate in progetti concreti. Primo fra tutti, come modello da seguire: la bottega degli artigiani, dove i maestri delle arti antiche hanno la possibilità di farsi scoprire dal grande pubblico, entrando nel circuito turistico che ruota attorno a Palazzo Farnese.

“Il passo successivo è quello di sfruttare al massimo le opportunità illimitate che offre oggi la rete, le uniche in grado di accorciare le distanze e consentire ad un manufatto realizzato nel retrobottega di casa di spopolare anche dall’altra parte del mondo”. Ha concluso così l’incontro, Riccardo Russo della Back Stage Academy di Viterbo, intervenuto anche questa volta per raccontare la sua esperienza di giovane imprenditore in campo musicale.

Terza tappa, questa volta a Caprarola, presso il Palazzetto della Cultura, del ciclo di sei incontri pubblici, uno per ogni Comune del GAL Etrusco Cimino, Gruppo di Azione Locale, previsti dal Progetto “Laboratorio dei Percorsi al Lavoro” Un territorio per giovani e donne, promosso da quest’ultimo e organizzato dalla cooperativa Consorzio Polis Tuscia di Viterbo, nell’ambito della Misura 4.3.1 “Gestione dei gruppi di azione locale, animazione ed acquisizione di competenze”.

Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato sia la Proloco che la Proloco giovani che il Centro Italiano Femminile del paese, oltre ad essere illustrate le varie fasi e finalità del progetto, è emersa la necessità di creare occasioni reali per incentivare e sostenere l’iniziativa imprenditoriale del territorio. Dei sei comuni del Gal, in effetti, Caprarola è uno dei centri che ha saputo sfruttare maggiormente le grandi possibilità derivanti dall’impiego di risorse europee, ma le ha anche poi riutilizzate in progetti concreti. Primo fra tutti, come modello da seguire: la bottega degli artigiani, dove i maestri delle arti antiche hanno la possibilità di farsi scoprire dal grande pubblico, entrando nel circuito turistico che ruota attorno a Palazzo Farnese.

“Il passo successivo è quello di sfruttare al massimo le opportunità illimitate che offre oggi la rete, le uniche in grado di accorciare le distanze e consentire ad un manufatto realizzato nel retrobottega di casa di spopolare anche dall’altra parte del mondo”. Ha concluso così l’incontro, Riccardo Russo della Back Stage Academy di Viterbo, intervenuto anche questa volta per raccontare la sua esperienza di giovane imprenditore in campo musicale.